La corsia pediatrica

eme 1
Anche nell'ospedale di Kabul, come in tutti gli altri Centri di Emergency, esiste la corsia pediatrica, perché anche qui, in Afganistan, il 30% delle vittime della guerra sono bambini. Degli 834 pazienti ricoverati tra novembre 2001 e aprile 2002, 269 sono bambini al di sotto dei 14 anni. Di questi, 139 sono arrivati in ospedale per ferite da proiettile, schegge e mine e molti di loro sono usciti senza gambe, mani, occhi e davanti un futuro da invalidi. In un paese di 21 milioni di abitanti, sono più di un milione gli amputati e molti di loro sono bambini, condannati per sempre dalle moderne strategie militari ad essere membri improduttivi della comunità.






CARLO GIULIANI VIVE NEL SAHARAWI

Il nome di Carlo Giuliani risuona nel deserto. Se attraversando le alte dune sabbiose dell'inospitale Sahara occidentale sentiste bambini festanti che urlano il nome dello sfortunato ragazzo e leggeste una targa che dice: "… Giovane italiano che ha creduto alla solidarietà tra i popoli…", non state avendo un'allucinazione. Una scuola elementare, costruita grazie alla solidarietà degli anziani volontari dell'associazione Auser, porterà il suo nome. La scuola, che può ospitare oltre 600 bambini dai 5 ai 12 anni d'età, sorgerà a Dakla, nel deserto del Saharawi. L'inaugurazione a cui parteciperanno il padre Giuliano Giuliani e una folta delegazione dell'Auser, è fissata per il giorno 27 febbraio, in occasione dell'arrivo della Maratona internazionale del deserto.

JaimePaolo-Mozambico PhySreyNeth-Cambogia JesusAntonioVelasquez-Salvador
Jaime Paolo Matshine
Mozambico
Phy Srey Neth
Cambogia
Jesus Antonio Velasquez
Salvador

© 2016 www.piazzacarlogiuliani.org. Tutti i diritti riservati | Webmaster graficafluida.it